Come progettare una cameretta per bambini

Progettare una cameretta per bambini può sembrare semplice, invece è bene adottare accorgimentiprecisi e personalizzati, per rendere l’ambiente di tuo figlio il più adatto alle sue esigenze. Maschi, femmine, piccoli o più grandicelli, ognuno di questi fattori comporta una scelta diversa in merito alla soluzione da adottare per l’arredamento.

 

Quali fattori considerare?

Bambini tra i 3 e gli 8 anni

Innanzitutto, la prima cosa da tenere in considerazione è l’età del bambino: dai 3 agli 8 anni, la cameretta è considerata il regno in cui i bambini giocano, si divertono e dormono. La stanza si deve presentare come un luogo sicuro ed accogliente, dai colori non troppo neutri ma tenendo in considerazione che devono anche aiutare il sonno (scegliere verde, blu, rosa), con tutto ciò che risulta necessario al bambino. a ceste per i giochi, grande spazio centrale destinato al gioco, magari arredato con un tappeto sopra cui si può stare comodamente per terra. No invece ad armadi o cassettiere troppo alte: tutto deve essere alla portata del bambino, in modo che possa imparare a gestire le sue abitudini autonomamente.

Importante è invece mantenere una distinzione tra i vari ambienti che caratterizzano la stanza: il reparto gioco, il reparto nanna, e il reparto armadio finalizzato al cambiarsi.

Nei primi anni del bambino è meglio scegliere un letto basso, in modo che possa salire e scendere senza grandi problemi: il materasso non deve superare i 20/25 cm di altezza, il letto deve essere a misura di bimbo. Seguendo questi piccoli accorgimenti i nostri figli potranno sentirsi rassicurati dall’ambiente che li circondano.

 

Bambini dagli 8 anni in su

Dopo gli 8 anni le priorità dei ragazzi cambiano: la scuola inizia ad essere più impegnativa, si necessita di uno spazio più ampio per lo studio e più ristretto per il gioco che, via via con l’avanzamento dell’età verso l’adolescenza, andrà sempre più scemando, fino a scomparire. Ecco che lo spazio destinato al gioco si trasforma in una scrivania dalle buone dimensioni, che potrà ospitare sia i libri che il computer. Per facilitare lo studio il colore del tavolo dovrebbe essere neutro, che non rifletta la luce e di un materiale opaco. Anche il colore delle pareti potrebbe attenuarsi: scegliere un crema al posto di colori più accesi come il blu, oppure un azzurro o un rosa chiaro, favoriscono rilassamento e concentrazione. Aumentano le dimensioni di armadio e letto, spesso si possono scegliere camerette componibili per sfruttare al massimo gli spazi (a volte limitati) delle camere dei bambini.

La stanza diventa così uno spazio privato, in cui poter dedicare tempo a sé stessi e allo studio. Per chi ha stanze abbastanza grandi, si può pensare di prevedere un piccolo divanetto o elementi come pouf che possono dare ospitalità ad eventuali amici dei nostri figli.

 

Progettare da soli o scegliere un professionista?

A meno che non si abbia in famiglia un Interior design, l’ideale sarebbe affidarsi ad un professionista, accompagnati dai nostri figli. Sul mercato ci sono una quantità incredibile di soluzioni, spesso già pronte. Per personalizzare gli ambienti però, l’ideale è scegliere qualcuno capace di riprogettare la nostra casa: per questo noi di BF arredamenti abbiamo un team specializzato nella progettazione d’interni. L’Interior design potrà ascoltare le esigenze di genitori e bambini, studiando la soluzione più adatta anche in merito agli ambienti a disposizione.

Noi di BF ci affidiamo solo a fornitori di marca per il nostro arredo, anche quando si parla di camerette. È importante che la qualità dei mobili sia la migliore, ad un prezzo conveniente, per poter accontentare il cliente sotto tutti i punti di vista.

 

Contattaci per saperne di più

Perché non porti la tua piantina nel nostro showroom e cerchiamo insieme nuove idee per la cameretta dei tuoi figli? Contattaci o passa a trovarci, insieme possiamo progettare la stanza che hai sempre sognato. Affidati a professionisti. Ti aspettiamo.